Travelcooking

Ferrari 360 Modena Challange

Ferrari 360 Modena Challange

Motore: V8

Cilindrata: 3,6 Litri

Potenza: 425 cavalli

0-100 Km/h 4,2 secondi

 

Sono tornato a Stafford per una nuova esperienza di guida, e dopo quasi sei mesi sono tornato alla guida di una Ferrari. Le premesse non erano delle migliori già dalla mattina; sono partito da Londra con il cielo molto nuvoloso, e le previsioni per la giornata non erano delle migliori. Già al mio arrivo a Stafford la pista era piuttosto bagnata e la pioggia era già iniziata a cadere…

Così, dopo aver provato la Ferrari California, questa volta ero curioso  di provare la F430, qui nel classicissimo colore rosso Ferrari…

La mia sessione era la prima del pomeriggio, intorno alle 14:30, ma sfortunatamente una mezz’ora prima la pioggia si è fatta molto insistente, non solo bagnando ulteriormente la pista, ma creando delle vere e proprie pozze di acqua lungo il percorso…

Così, al momento di scendere in pista, anche il mio co-pilota era abbastanza preoccupato sulle condizioni dell’asfalto, ed il primo giro l’ho affrontato a velocità moderata per studiare più o meno i punti del tracciato da percorrere con più prudenza…

Ma come si può vedere anche dalla foto, la pioggia continuava a cadere incessantemente e la pista restava comunque in condizioni precarie; nonostante questo nel secondo giro, avendo preso un po’ di confidenza con la macchina, e conoscendo i punti più bagnati, ho provato ad accelerare un pochino, ma il mio co-pilota non sembrava essere molto a suo agio, neanche quando a fine secondo giro avevo ripreso la Porsche Cayman che era davanti a me…

Così, sfruttando tutta la parte esterna della pista, e anticipando un pochino l’accelerazione in uscita di curva, sul rettilineo iniziale ho dato un po’ sfogo ai 483 cavalli di questa Ferrari, sorpassando all’esterno la Porsche Cayman abbastanza facilmente. La frenata, invece, non è stata molto brillante, complice un pedale del freno molto duro, così, anche sul finire del terzo giro, ho anticipato un pochino la frenata…

Nel quarto giro ho ripreso subito un paio di vetture che erano davanti a me, ma il mio co-pilota continuava a chiedermi di restare più tranquillo, di seguire traiettorie più dolci, e di anticipare un po’ le staccate… E’ praticamente seguito un giro e mezzo piuttosto noioso, per un attimo mi è sembrato di essere nel traffico cittadino in un giorno di pioggia. Poi fortunatamente, prima dell’inizio del mio ultimo giro, le due auto davanti a me (la Lamborghini Gallardo e la Nissan GTR) sono rientrate, lasciando un po’ di pista libera davanti a me…

Ma come si vede anche dalla foto, il mio co-pilota non era per niente a suo agio per via della pista così bagnata, quindi anche il sesto giro sono stato leggermente più veloce, ma non come avrei voluto.

Alla fine guidare una Ferrari è sempre una bellissima emozione; di sicuro ne ho apprezzato l’accelerazione, un po’ meno la frenata, ma sicuramente con un tempo migliore ed un co-pilota più a suo agio l’esperienza sarebbe andata molto meglio!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *