Travelcooking

Lamborghini Huracan

Lamborghini Huracan

 

Motore: V10

Cilindrata: 5,2 litri

Potenza: 610 cavalli

0-100 km/h 3,2 secondi

 

Finalmente questo giorno è arrivato… sognavo da tempo di poter guidare questa auto, e finalmente ho trovato il modo per farlo qui nel Regno Unito.

Il posto dove mi sono recato si trova a Stafford, a circa un’ora e mezza di treno da Londra; prendendo un treno dalla stazione di London Euston, si arriva alla stazione di Stafford, dalla quale il modo migliore per raggiungere il circuito è un taxi (circa 10£ la spesa, che potete farvi rimborsare una volta arrivati).

Una volta effettuata una veloce registrazione alla reception, potrete iniziare ad osservare e fotografare tutte le supercars, anche se io avevo occhi solo per lei…

Poi potrete iniziare a guardare gli altri girare un po’ in pista in attesa del vostro turno…

Nonostante la giornata di pioggia e la pista bagnata, si è continuato a girare, ma le velocità non erano delle più elevate…

Nel pomeriggio la pioggia è andata diminuendo, ma è aumentato anche un po’ il traffico in pista…

Poi eccola qui in azione, in lenta accelerazione in entrata in pista…

Poi finalmente è arrivato il mio turno; alta poco meno di 117 cm, nell’abitacolo vi sembrerà di essere praticamente attaccati al suolo. Lo schermo da 12,3 pollici mostra tutte le informazioni utili, sul volante troverete un selettore per i tre stili di guida diversi; strada, sport e corsa…

Una sistemata agli specchietti, ma la visibilità non è di certo il punto di forza di questa vettura, un attimo ancora per prendere confidenza con la guida a destra perché è la mia prima volta, e si parte.

Un po’ di traffico all’entrata in pista, lascio sfilare 3-4 macchine per prendere un po’ di spazio, voglio provare subito l’accelerazione formidabile di questa macchina; partenza da fermo, prima, seconda, terza, inserisco anche la quarta con il cambio sequenziale al volante velocissimo grazie alla “Lamborghini doppia frizione” abbinata alla trazione integrale a controllo elettronico, ed è già il momento di frenare, terza marcia di nuovo, leggera chicane sinistra-destra, con conseguente tornantino a destra, resto in terza per via della pista bagnata, su consiglio dell’autista che è in macchina con me. Accelero di nuovo fino alla quinta, lascio sfogare buona parte dei 610 cavalli di questo gioiello, e di nuovo frenata, chicane ancora sinistra-destra e tornantino a destra.

Primo passaggio completato, il viso è ancora concentrato, le mani incrociate, devo prendere confidenza con la pista, che come detto in precedenza è molto facile, nessuna curva complicata. Sto prendendo confidenza con la visibilità della guida a destra, con l’aderenza della macchina sul bagnato, e nel secondo giro riesco a capire meglio dove staccare per la frenata e come affrontare i due tornantini a destra…

Inizia il terzo giro, è il momento di cominciare a sfruttare tutte le potenzialità di questa vettura; grazie alla buona uscita di curva dal tornantino, in rettilineo sono in piena accelerazione in quinta marcia… sinceramente non ho guardato il contachilometri, ma sono pienamente sicuro di essere ben oltre i 200 Km/h quando inizio la frenata, e rimango impressionato positivamente dalla stabilità e dalla rapidità con cui arrivo sotto i 100 Km/h in terza marcia per affrontare il tornantino a destra. Sono già consapevole di poter staccare più tardi nel giro successivo…

La mia espressione è già più rilassata, sto prendendo confidenza con questa vettura, non sto andando male… Ho ripreso le macchine che avevo lasciato sfilare prima di entrare in pista. Davanti a me ho la Porsche Cayman, il mio co-pilota mi suggerisce di avvicinarmi in staccata, di affrontare il tornantino in moderata accelerazione e dare sfogo a tutti i 610 cavalli sul rettilineo per passare all’esterno… manovra eseguita perfettamente, quarto giro concluso alla grande, mi concedo anche un accenno di sorriso…

Inizia il quinto giro e davanti a me ho la Lamborghini Gallardo, accelero fino in quinta ben oltre i 200 Km/h e ritardo un po’ la staccata per avvicinarmi il più possibile, chicane sinistra-destra sfruttando la stabilità di questa macchina, e gli sono attaccato. Rallento ancora un pochino prima del tornantino a destra per lasciarlo allontanare leggermente, voglio usare tutta la pista e aprire il gas prima ma per farlo devo prendere qualche metro. Lascio il freno prima di entrare in curva e passo già sull’acceleratore; resto all’interno fino a metà curva, poi sfrutto tutta la pista allargandomi sulla sinistra, anticipando l’accelerazione e dando sfogo a tutti i 610 cavalli ancora una volta… anche la “vecchia sorella” con i suoi 520 cavalli deve farsi da parte…

Niente male per essere la prima volta con questa macchina e su questa pista; mi concedo anche un sorriso a favore di camera dopo il sorpasso…

Inizio il sesto ed ultimo giro, quasi una passerella ad alta velocità verso la fine di questa esperienza davvero indimenticabile, ma sicuramente da rifare…

Grazie al pacchetto V.I.P. ho avuto incluso nel prezzo due bevande nel bar presente nella struttura, una foto stampata e un cd con il resto delle foto. Inoltre un voucher con lo sconto del 50% per la prossima prenotazione e la possibilità di guidare una Land Rover 4×4 tra il fango e la boscaglia li vicino. Davvero una bella esperienza, che si è conclusa in modo inaspettato; stavo ancora aspettando il taxi quando la struttura stava chiudendo, così il proprietario della Lamborghini Huracan mi ha dato un passaggio fino al punto in cui mi aspettava il taxi. Un giro da passeggero inaspettato su questa macchina davvero da sogno…

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *