Travelcooking

I due lati di Philadelphia!

Philadelphia… 5 Settembre 2017

 

La giornata è iniziata in piena notte quando siamo partiti dalle cascate del Niagara in direzione Philadelphia. Visitare le Cascate del Niagara è stato così piacevole che la partenza è stata abbastanza difficile, ma davanti a noi avevamo un viaggio di circa 7 ore; tuttavia, il viaggio è stato molto piacevole per via della buona musica e le lunghe chiacchierate.
Siamo arrivati al centro di Philadelphia prima di mezzogiorno, e non vedevamo l’ora di visitare la Campana della libertà: “il simbolo del mondo della libertà”, come dice l’iscrizione sul muro. E questo è quello che rappresenta! Attraverso diversi anni nella storia degli Stati Uniti, è stato mostrato come simbolo della libertà…

La nostra tappa successiva è stata la “Independence Hall”, dove abbiamo avuto la possibilità di guardare la dichiarazione di indipendenza prima dell’inizio del nostro tour; anche solo le prime tre parole, “We the people” racchiudono così tanti significati. Ed è stato come tornare indietro nel tempo quando la guida ci spiegava cosa è successo in queste sale, sentire i discorsi originali del presidente Jefferson e degli altri coraggiosi che firmarono la dichiarazione di indipendenza, in queste sale si racchiude tutto l’orgoglio americano e i principi che rendono così grande questo paese. Gli Stati Uniti d’America sono stati fondati per essere indivisibili, e guidati sotto i principi dei padri fondatori…

Per pranzo, abbiamo mangiato il famoso “Philly steak cheese sandwich”, naturalmente! Abbiamo comprato i nostri panini dal classico venditore di strada per dimostrare il nostro coraggio e la nostra audacità… ma  l’esperienza è stata davvero un’altra cosa! Alla fine siamo sopravvissuti! 🙂

Dopo di che, siamo andati verso la Parkway Benjamin Franklin, una splendida strada ornata ai lati con tutte le bandiere delle nazioni del mondo. Abbiamo parcheggiato la nostra auto al parcheggio dell’amore (Love Parking) e ci siamo trovati nel mezzo di molti edifici di interesse in una giornata calda e soleggiata…

Da li è iniziata la nostra passeggiata verso il Museo Rodin, che ha la più grande collezione di lavori di Auguste Rodin al di fuori di Parigi… Abbiamo raggiunto la fontana monumentale di Washington, e poi finalmente l’Art Museum steps che però era molto disordinato e pieno di rifiuti sul pavimento, probabilmente per via di un evento la sera precedente, e molte persone erano ancora impegnate nelle pulizie. Non siamo potuti entrare al museo perché era chiuso al pubblico, ma almeno abbiamo fatto una foto alla statua di Rocky…

Ma Philadelphia si è dimostrata avere due volti ben diversi e distinti: uno storico molto particolare, da dove il sogno degli Stati Uniti ha avuto inizio, con tutti i monumenti che lo circondavano e la campana della libertà come simbolo inequivocabile. Dall’altro lato, invece, ci sono parti della città che risultano ancora molto pericolose. All’inizio avevamo pianificato tre giorni a Philadelphia ma, colpevole la scelta della zona sbagliata per il nostro AirBnB, abbiamo deciso di andare a Washington D.C. per i successivi due giorni… che poi si è rivelata una grande scelta! Quindi se state pensando di visitare Philadelphia, posso suggerirvi di controllare bene la zona dove volete alloggiare, e probabilmente un giorno potrebbe essere sufficiente per la vostra sosta. E visto che non siete poi così lontani, non perdetevi Washington… assolutamente da non perdere!!!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *